Isola di Rodi

NATURA MARE CUCINA VINO CAFFE' FORUM
Isola di Rodi. Natura Mare Cucina. Vino. Caffe'. Messaggi.
L'ISOLA LA STORIA VOLI E NAVI ALLOGGI LOCALI MUSEI VENDESI VELA CONTATTI
Rhodian in english.English Bookmark and Share

 

ORIGINI STORICHE

 

I REBETICI

 

INFLUENZE E STILE

 

PROGRESSO E DECLINO

 

CONCLUSIONE

 

Argomenti correlati

 

STORIA DI RODI

 

PRIME TRACCE

 

FONDAZIONE DELLA CITTA'

 

PERIODO ELLENISTICO ROMANO

 

PERIODO BIZANTINO

 

I CAVALIERI

 

GLI ITALIANI

 

LA CITTA' VECCHIA

 

IL COLOSSO

 

Link interessanti.

 

 

 

 

Conclusione

 

 

Rebetiko era il prodotto del mondo sotterraneo. Le terribili condizioni di vita in città durante lo sviluppo industriale, la povertà e l'uso autarchico del potere da parte dei governi sono tutte terre fertili per l'emersione dei gruppi non privilegiati; fu questo che assicuro' il materiale affinche' il Rebetiko esistesse. Non fu mai un istigazione politica. Fu semplicemente una canzone di protesta: un'espressione di afflizione e di disperazione, il rifiuto degli sbagliati indumenti sociali e il rifiuto dei "down-and-outs" di essere assoggettati a un qualsiasi sistema di coesistenza sociale. La combinazione degli elementi culturali eterogenei che lo contengono e la sua modanatura finale avvennero all'interno della Grecia, essendo il Greco la lingua usata ed il veicolo principale ed il suo pubblico la popolazione Greca. Questo porta alla conclusione che il Rebetiko e' un identita'. Dal 1960 fino ad oggi l'urbanizzazione estesa della popolazione Greca e l'ammodernamento graduale del modo di vivere basato sul modello occidentale, hanno provocato la rimozione degli elementi vitali del Rebetiko; il numero degli stranieri fu ridotto e l'eredità culturale del paese e dell'est e' stata rifiutata essendo stata superata. Il Rebetiko duro' finche' le circostanze sociali e culturali continuarono ad alimentarlo. Queste circostanze terminarono naturalmente, data la velocità di progresso ed il cambiamento del ventesimo secolo.

In tutto il mondo comparsero elementi simili a quelli del Rebetiko per quello che riguarda la sua ragione d'esistere, le sue origini, il successo e il declino: il Blues in America, la "canzoni dei vagabondi" nel diciannovesimo secolo in Francia, il Flamenco in Spagna, il Tango in Argentina. La seguente citazione da un testo da Manos Hadzidakis ha potuto applicarsi molto bene ai suddetti fenomeni musicali, mantenendo naturalmente le giuste proporzioni: "... il Rebetiko ha cessato di esistere dal momento che lo abbiamo tenuto nelle nostre mani - come gli affreschi nelle catacombe del Fellini, che sono spariti non appena l'aria del mondo superiore li ha toccati. Il Rebetiko e' realmente esistito soltanto durante il periodo in cui e' stato prodotto illegalmente, in posti segreti e remoti, da qualche parte intorno a noi. Ha continuato a respirare anche quando ha cominciato esprimere efficacemente le prove ardue e le esperienze durante gli anni del dopoguerra di una gente ancora angosciata dalla devastazione, gente maltrattata che sentiva l'impulso di comunicare in modo erotico e non poteva e che sentiva il bisogno di scappare dalla sua realtà e di nuovo non poteva. Questo intero periodo ha prodotto per noi ottanta canzoni. Nient'altro. Ottanta canzoni e un mito, pittoreschi come Theophilos (pittore tradizionale) e Karagiozis (teatro tradizionale delle ombre).

Molte delle registrazioni di musica Smyrnaiika e Rebetika che e' possibile ascoltare oggi, su 78, LP, cassetta, o CD, arrivano dagli archivi di Dino Papas, un ufficiale di polizia pensionato a Detroit, Michigan, che possiede un'ampia raccolta di registrazioni originali di Rebetika. Altre registrazioni arrivano dalla collezione di Marty Schwartz, professore a Berkeley. Purtroppo, poco credito e' stato dato a questi due individui, grazie ai quali il mondo ancora sa della musica Rebetika, uno stile che e' quasi completamente scomparso dopo il 1945. Oltre al lavoro di Papas e di Schwartz, c'e' stata una rinascita di Rebetika di una specie differente, in America, Australia ed in Grecia: i nuovi gruppi stanno effettuando le cover di vecchie canzoni di Rebetika, a volte sforzandosi di ricreare esattamente l'originale, a volte modernizzando i pezzi con strumeni elettrici e la strumentazione più completa. Ana Bouboula e' uno dei gruppi di rinascita meglio conosciuti. Non ci sono notizie di gruppi turchi che suonino specificamente Rebetika, fatta eccezione per alcuni lavori di Yeni Turku che hanno risuscitato alcune canzoni folk di quell'epoca.

Laika' o Rembetika?

Qual'e' dunque la differenza fra Rembetika e Laika'? Dove si puo' tracciare la linea? Bene, in un certo senso semplicemente non si puo'. In primo luogo Laika' significa solitamente "folk urbano" mentre Rembetika significa "blues urbano". Ci sono musicisti di laika' e di rembetika che sono diventati popolari e commerciali ed hanno cominciato a scrivere in uno stile che gli consentisse di mantenere la propria popolarità introducendo nuovi elementi e gradualmente avvicinando le acque che separavano le due diverse forme di musica. Facciamo un confronto con la musica popolare occidentale, in particolare con il rock and roll. All'inizio c'erano questi signori neri ed anziani nelle aree urbane rurali del sud che cantavano il loro blues e allo stesso tempo ci sono anche questi tizi bianchi che sono stati influenzati dal folk tradizionale Americano ed Europeo. Questi due gruppi (per farla breve) condussero a Chuck Berry e poi ad Elvis ed eventualmente a Britney Spears. Ora, paragonare Britney Spears a questi vecchi signori del Mississipi e' ridicolo ma si puo' tracciare una linea che li collega e nel mezzo trovereste Little Richard, The Beatles, James Brown, ed ogni vero talento e non-talento comparso durante gli ultimi cinquanta o più anni. Man mano che la gente aggiungeva le proprie influenze nacquero il R&b, rockabilly, soul, heavy metal, folk-rock, latin-pop, surf music, symphonic rock. Lo stesso accadde con la Rembetika. Mentre gli anziani signori erano nei tekedes fumando l'hashish e cantando tra di loro, il resto del paese non si guardava in faccia aspettando che qualcuno inventasse la musica. Ogni zona della Grecia aveva la propria musica tradizionale, la maggior parte di essa identificativa di un'isola particolare o di una zona.

Diverse influenze furono inoltre introdotte nella Grecia dai molti uomini che presero le loro navi e iniziarono a navigare intorno al mondo. Tutte queste forme di musica si combinarono alla Rembetika e alla Laika' trasformadosi nella musica greca popolare o Laika' e, proprio come tra Chuck Berry e Britney Spears, si puo' tracciare una linea che collega Markos Vamvakaris al più commerciale laika'-pop cantante del giorno. Il regalo più importante che la Rembetika fece alla Laika' ed alla musica popolare greca e' il bouzouki. Quanto importante e' il bouzouki per il resto del mondo?  Dal momento della sua introduzione nella musica irlandese e' diventato uno degli strumenti piu' suonati. Ma questo svanisce in confronto all'effetto che ebbe sulla musica americana. Nel 1950 un giovane chitarrista chiamato Dick Dale divenne popolare sulla costa ovest suonando una chitarra elettrica staccatto-style che aveva imparato a suonare da suo zio, un suonatore di bouzouki. Dick Dale divenne il padre di quanto e' conosciuto come la Surf Music ed il suo stile influenzo' i Ventures, i Beach Boys e molte generazioni di musicisti. L'amplificatore sviluppato per Dick dal suo amico Leo Fender per sostenere questo modo differente di suonare la chitarra divenne uno dei più popolari amplificatori del mondo e ci sono pochi chitarristi che non hanno posseduto un Fender per le proprie esibizioni o per esercitarsi.

 
 
 

Rhodian in English

 Inserisci il tuo sito nella directory Informativa sulla privacy
www.rhodian.com
Pagina principale • L'isola • Storia • Arrivare • Alloggi • locali • Sport • Musei • Eventi • Contatti

Copyright © RHODIAN

TUTTI I DIRITTI RISERVATI