Isola di Rodi

NATURA MARE CUCINA VINO CAFFE' FORUM
Isola di Rodi. Natura Mare Cucina. Vino. Caffe'. Messaggi.
L'ISOLA LA STORIA VOLI E NAVI ALLOGGI LOCALI MUSEI VENDESI VELA CONTATTI
Rhodian in english.English Bookmark and Share

 

CHI ERANO I CAVALIERI?

 

GLI OTTO D'EUROPA?

 

LA GERARCHIA DELL'ORDINE

 

VANGELIS PAVLIDIS

 

-

 

Argomenti correlati

 

STORIA DI RODI

 

PRIME TRACCE

 

FONDAZIONE DELLA CITTA'

 

PERIODO ELLENISTICO ROMANO

 

PERIODO BIZANTINO

 

I CAVALIERI

 

GLI ITALIANI

 

LA CITTA' VECCHIA

 

IL COLOSSO

 

I REBETICI

 

Link interessanti.

 

Gli otto d'Europa?

 

 

La storia dei Cavalieri di San Giovanni in Palestina termina Venerdi' 18 Maggio 1291. In questo giorno, 250.000 Mamelucchi sotto il comando di Al-Ashraf attaccarono le mura di Acri, l'ultima fortezza dei Crociati. Il Gran Maestro Jean de Villier, fu gravemente ferito in battaglia. I restanti Crociati si imbarcarono sulle loro navi e lasciarono per sempre la Terra Santa. I Cavalieri di San Giovanni trovarono rifugio temporaneo a Cipro, controllata dal riluttante Ernico II. I Cavalieri non vogliono tornare in Europa. Vogliono combattere gli infedeli e restare il piu' vicino possibile alla Terra Santa. Cosi' cominciarono a cercare un posto adatto come base permanente. Nel bel mezzo di uno dei loro passatempi preferiti, cacciare pirati, i Cavalieri giunsero a Rodi. Fu amore a prima vista! I Cavalieri sentirono che Rodi era prefetta...e non furono ne' i primi ne' gli ultimi ad avere questa sensazione. Da quel giorno Rodi non abbandono' mai piu' le menti dei nostri bravi Cavalieri. Cominciarono cosi' a studiare i piani per l'insediamento definitivo dell'Ordine sull'isola, situata perfettamente a meta' strada tra l'est e l'ovest e famosa per la sua bellezza.

Tratto da "Rodi (1306-1522) una Storia" di Vangelis Pavlidis

 

Nel 1304 Foulques de Villaret fu eletto Gran Maestro. Fu con Villaret che Vignolo Vignoli, uomo d'affari e pirata strardoniario (o era il contrario?) si accordo' per dividere Rodi: 1/3 per lui e 2/3 per i Cavalieri. Con la Benedizione del Papa Clemente V e l'approvazione dei re di Inghilterra e Francia, i Cavalieri di San Giovanni approdarono sulla costa orientale dell'isola. Molto presto occuparono le fortezze Bizantine di Pheraklos e Phileremos, tagliando fuori la citta' dal resto dell'isola. Dopo essersi solidamente assicurato il controllo dell'entroterra rodiota, de Villaret chiese quindi all'Imperatore Bizantino Andronicos I "il Paleologo" il permesso di stabilire l'Ordine a Rodi. In cambio l'Ordine accettava di pagare un tributo annuale e di supportare l'Imperatore con uomini armati ogni qual volta ne avesse avuto bisogno. L'Imperatore Andronico rifiuto' con disprezzo l'offerta. Fu cosi' che il 15 Agosto 1309 (giorno della festa della Santa Vergine Maria), i Cavalieri di San Giovanni presero la citta' di Rodi. La leggenda racconta che, indossando pelli di pecora, il Gran Maestro e un piccolo gruppo di coraggiosi Cavalieri, si nascosero in mezzo ad un gregge e approfittando di una giornata scura e nuvolosa, riuscirono ad entrare nella citta'. Dopo aver quindi ucciso le guardie, aprirono le porte ai loro compagni che li aspettavano fuori.

Qui comincia la storia dei Cavalieri di Rodi.

 

 

Tratto da "Rodi (1306-1522) una Storia" di Vangelis Pavlidis

 
 
 

Rhodian in English

 Inserisci il tuo sito nella directory Informativa sulla privacy
www.rhodian.com
Pagina principale  L'isola  Storia  Arrivare  Alloggi  locali  Sport  Musei  Eventi  Contatti

Copyright RHODIAN

TUTTI I DIRITTI RISERVATI